Fibroma Uterino

Il fibroma uterino (leiomioma) rappresenta la più comune forma di patologia benigna del tratto genitale femminile. Studi clinici segnalano un’incidenza del 25-30% della popolazione femminile in età fertile, con ricorrenza maggiore dopo i quarant’anni e nelle donne di colore.
Il fibroma uterino è un tumore benigno che origina dal muscolo uterino, la sede di localizzazione è molto importante per stabilire le possibilità di trattamento.
Il fibroma intramurale si sviluppa nello spessore della parete uterina, il sottosieroso è situato vicino alla parete esterna dell’utero, ed entrambi comportano il rischio di compressione degli organi in prossimità. Se il fibroma si sviluppa vicino alla cavità interna dell’utero viene definito sottomucoso. I fibromi sottosierosi e sottomucosi che sporgono dall’utero rimanendo collegati attraverso uno stretto istmo, vengono definiti peduncolati e sono spesso associati ad un rischio di torsione.
In presenza di fibromi multipli l’utero viene definito polifibromatoso.
L’origine di questa lesione è sconosciuta, è ormonodipendente e tende a diminuire all’arrivo della menopausa.
Il trattamento viene in genere suggerito solo per i fibromi sintomatici.
Oltre al trattamento farmacologico, i cui effetti non sono costanti o possono essere transitori, esistono trattamenti chirurgici conservativi (miomectomia), utilizzabili nei casi in cui le lesioni non siano troppo numerose, troppo grandi, o in posizioni sfavorevoli. Il trattamento può essere effettuato per via chirurgica, laparoscopica o isteroscopica secondo la dimensione la localizzazione ed il numero.
La presenza di fibromi sintomatici di grandi dimensioni o troppo numerosi rimane la principale indicazione per l’isterectomia, una chirurgia radicale che prevede l’asportazione dell’utero, e viene quindi proposta a donne che non desiderano più avere figli.

HOME PAGE

Le notizie contenute in queste pagine hanno solamente scopo divulgativo scientifico. Non possono essere considerate sostitutive delle informazioni fornite dal personale sanitario responsabile dei singoli casi. Si declina ogni responsabilità per ogni uso scorretto delle informazioni contenute in queste pagine.

CopyRight © 2007 Med-Italia Biomedica P.Iva: 01885550366